7 buoni motivi per andare in Missione

7 buoni motivi per partecipare alle Missioni di Settimana Santa

  1. Per fortificare la fede: non c’è modo migliore di conoscere e rafforzare la propria fede che condividendola con gli altri. L’esperienza missionaria ci aiuta a conoscere Dio, le anime e noi stessi in un modo più profondo.
  2. Comprendere che abbiamo una missione nella vita: l’andare incontro alle esigenze degli altri, l’incontro con Cristo nella preghiera e nei sacramenti aiuta giovani ed adulti ad uscire da loro stessi e comprendere che Dio ha una missione per ciascuno di noi.
  3. Rafforzare le amicizie e l’unione familiare: la convivenza con ragazzi della stessa età o con famiglie che condividono gli stessi ideali e interessi crea legami profondi e amicizie per la vita.
  4. Vivere una nuova avventura: portare il vangelo è una grande avventura e lo è ancora di più quando devi lasciare la tua casa e le tue abitudini o comodità per andare in posti nuovi. Le Missioni diventano così un’occasione per superare i propri limiti e conoscere nuove realtà, spesso anche di emarginazione, sofferenza e povertà che diventano motivo di crescita personale.
  5. Sviluppare lo spirito di donazione: siano bambini, adulti o ragazzi, le missioni sviluppano lo spirito di donazione perché è necessario mettere da parte qualcosa di proprio per dedicarsi agli altri e a Dio, così si finisce per scoprire che quando ci si dona al prossimo si riceve molto più di quanto si è dato: gioia, serenità e pace.
  6. Conoscere la missione della Chiesa: incontrare nuove realtà ecclesiali aiuta a fare crescere nei missionari l’amore per la Chiesa, la carità verso i sacerdoti e per gli operatori pastorali e a sentirsi parte di una missione unica.
  7. Portare pace e unità: con l’esempio di vita, il dialogo sincero e l’ascolto fraterno i giovani e le famiglie diventano portatori di speranza, pace e unità in quelle situazioni di difficoltà, divisione o contrasto.

A cura dell’Ufficio comunicazione e relazioni Istituzionali Regnum Christi Italia